OPERE PERSONALI


Le opere di Simone Fantini sono intrise di una bellezza che sembra perdersi nello spazio e nel tempo, rievocando paesaggi e soggetti che vogliono diventare un dejavu per lo spettatore. Le opere personali di Simone, ammirabili anche nella galleria virtuale, spaziano da paesaggi a ritratti, da figure mitologiche per giungere ad immagini che sembrano essere catturate da uno scatto fotografico, ed immortalate all'interno di una tela per avere maggiore anima. I colori, sapientemente miscelati per creare giochi di luce ed effetti ottici naturali, rendono innovativo e moderno ogni singola opera personale, rendendola caratteristica.

SPIRITI

Spiriti della natura, spiriti del cielo, spiriti dell'aria, spiriti dell'acqua, spiriti del fuoco, spiriti della terra, spiriti dell' India e dell' Europa, spiriti dei Celti e degli sciamani... Spirito dell'anima

ESSERI DI LUCE

"La poetica di Simon si fonda sul superamento dello spazio e del tempo. Le opere conducono la linearità del tempo cronologico al non-tempo della trascendenza. I soggetti, immersi in uno stato di estasi,ascendono a dimensioni superiori in cui lo spazio tempo svanisce e si annulla in energia luce. La ricerca di atemporalità e di spazio assoluto si esprime attraverso linee incompiute e fusioni cromatiche. le opere di Simon rappresentano un viaggio interiore unificato nel totale presente dell'esistenza"

ESSERI CELESTI

"La pittura evolutiva di Simon è un insegnamento essenziale, frutto di meditazioni e lavoro interiore nella "presenza io sono", che conduce alla contemplazione dell'eterno presente. L' ispirazione di Simon è quella del ritorno all'uno, all' Essere verso il quale ogni forma tende. Queste opere sono un omaggio ai Maestri Spirituali che accompagnano il suo viaggio."

ESOTERIKOS

"La pittura intuitiva di Simon è un insegnamento essenziale, frutto di meditazioni e lavoro interiore nella "presenza io sono", che conduce alla contemplazione dell'eterno presente, in un continuo fluire tra portali multidimensionali alla ricerca di nuovi spazi cromatici. L' ispirazione di Simon è quella del ritorno all'uno, all' Essere verso il quale ogni forma tende".